Torna alla home
Click to ZOOM



dom 17/03/13
NO PARK! NO AL PARCHEGGIO! FIRMA QUI ADESSO!
Raccolta firme online contro l'apertura del parcheggio in Via Aporti/Cavalcanti

Per sostenere la nostra protesta ABBIAMO BISOGNO ANCHE DEL TUO SUPPORTO:
aderisci subito al comitato NO PARK!
FIRMA QUI ADESSO LA NOSTRA PETIZIONE ONLINE CONTRO LA REALIZZAZIONE DEL PARCHEGGIO!

   

Questa petizione online ha lo scopo di sensibilizzare i cittadini e focalizzare il loro interesse sulla richiesta di stralcio del Parcheggio Aporti/Varanini.
Per maggiori informazioni sulle petizioni online e sulle normative vigenti vedi la pagina dedicata di Wikipedia.

La raccolta dei dati personali avviene nel rispetto delle vigenti leggi in materia di privacy. Consulta le condizioni di utilizzo del sito nell'apposita pagina "Tutela della privacy" indicata a fine pagina.




COMMENTI DEI LETTORI

Ringrazio di vero cuore i concittaddini di ZONA 2 che hanno fondato questo ottimo e meritevole "Comitato di Quartiere" mettendoci tempo e sacrifici, e al quale aderisco con molto piacere. Poichè una vera democrazia si nutre non solo di pur necessari "momenti elettorali", ma SOPRATUTTO di "strumenti partecipati dal basso", io credo che questo nostro Comitato 4 Tunnel per gli obiettivi molto concreti che si è dato, ha delle enormi potenzialità di risultati.
Nei limti delle mie energie e del mio tempo, spero di sostenerVi e darvi una mano.
gianvito santucci.
da gianvito santucci (IP 213.215.224.154), ven 31/05/13

MARIO SONO D'ACCORDO...ALLA BASE C'E' LA VOGLIA DI SVENDERE QUANTO E' DI PROPRIETA' COMUNE (IL SOTTOSUOLO E LA SUPERFICIE ) IN FAVORE DI SPECULAZIONI PRIVATE ....ORA BASTA !!!!! DICIAMO NO A QUESTI ESPROPRI !!!!
da ELEVEN (IP 93.34.48.13), lun 01/04/13

Basta cemento. Se l'italia non si libera di queste associazioni a delinquere che vogliono colare cemento ovunque, chiudiamo bottega e addio Italia:
da mario (IP 2.229.13.172), gio 28/03/13

Ecco l'esito di un cantiere, in questo caso scavi per metropolitana, nei pressi di un'area in cui era presente una falda acquifera.
L'articolo è del 04/03/2013...
NAPOLI - Un grosso squarcio nel sottosuolo ai piedi del palazzo in parte crollato: è la voragine che si presenta agli occhi di soccorritori e curiosi dopo che sono state rimosse in gran parte le macerie. Intanto giungono ulteriori conferme sul fatto che l'allarme è stato dato dopo che i tecnici al lavoro nel cantiere della metropolitana hanno verificato il cattivo funzionamento di una cabina elettrica, con conseguenze di sospensione della corrente elettrica, causa di una perdita d'acqua nel sottosuolo.

Sarebbe stato causato da una infiltrazione d'acqua proveniente da una falda acquifera naturale, presente in zona, il crollo di un'ala del palazzo alla Riviera di Chiaia, avvenuto stamani, a Napoli. È l'ipotesi al momento più accreditata formulata dai vigili del fuoco. L'acqua avrebbe creato un vuoto sotto l'ala del palazzo provocandone il cedimento. In sostanza si sarebbe creato un torrente sotterraneo di acqua e fango confluito in uno ampio scavo a circa 25 metri dal sottosuolo realizzato nel cantiere della metropolitana di piazza della Repubblica. È stato predisposto un sopralluogo nell'ampio scavo della metropolitana da parte dei tecnici

È una probabile infiltrazione d'acqua la causa del crollo del palazzo alla Riviera di Chiaia a Napoli. È quanto fa sapere il tenente Alfredo Marraffino della polizia municipale, responsabile dell'Unità operativa di Chiaia. Sono 10 al momento le famiglie sgomberate a scopo precauzionale.

Allagato il cantiere della metropolitana di Napoli. È quanto fa sapere il dirigente del Commissariato di polizia di San Ferdinando, Gaetano Annunziata, che, con i suoi agenti, è stato tra i primi ad arrivare sul luogo del crollo del palazzo a Napoli, portando in salvo una donna anziana residente all'ultimo piano dell'edificio. Al momento sono in corso le verifiche tecniche dei periti nominati dalla Procura mentre la Scientifica sta svolgendo i rilievi. Il cantiere è attualmente chiuso e tra le ipotesi dell'allagamento una falda acquifera sottostante che potrebbe aver causato lo smottamento del terreno sul quale poggia il palazzo. I due palazzi a destra e a sinistra dell'edificio interessato dal crollo sono stati sgomberati per ragioni di sicurezza e sono circa un centinaio le persone che non possono entrare nelle loro abitazioni.

da Sara M. (IP 193.227.215.155), gio 28/03/13

Basta con le auto in città! riqualifichiamo i binari ferroviari esistenti, offriamo alternative economiche e rapide per muoversi in città!
da Micky (IP 82.54.128.181), mer 27/03/13

La zona ha un potenziale enorme, sfruttiamolo in positivo, attività ,luoghi di incontro, verde. E stato fatto in tutte le grandi città del mondo. perchè dovremmo essere da meno?-
da Manno (IP 2.235.132.204), mer 27/03/13

è una zona affascinante, che meriterebbe di essere valorizzata e rivalutata come è successo a Berlino e a Parigi già parecchi anni fa; la costruzione di un parcheggio, la distruggerebbe e basta.

da max (IP 94.36.175.102), mer 27/03/13

molto bene!!!!!!!
cominciamo ad essere concretamente visibili e complimenti all'ideatore del nuovo sito.
per aumentare il nostro profondo dissenso alla causa del parking, suggerirei di evidenziare più concretamente, quei striscioni che attualmente sono esposti nelle aree condominiali ma poco visibili con dei veri striscioni (n°4/5) di lunghezza di 5/10 metri, realizzati graficamente da operatori professionisti ma che siano più di impatto e di richiamo alla visibilità dell'opinione pubblica con piccolo investimento di 10/20€ per ogni cittadino.
Grazie a tutti.
da maurizio p. (IP 109.55.30.223), dom 24/03/13


LASCIA UN TUO COMMENTO
Tuo nome e cognome (o nickname):
Controllo Anti-Spam
per confermare il tuo commento, scrivi in lettere minuscole
il numero che compare qui di seguito :
ATTENZIONE: OGNI MESSAGGIO LASCIATO SUL SITO VERRA' CONTROLLATO DALLA REDAZIONE PRIMA DELLA PUBBLICAZIONE
Prima di pubblicare il tuo messaggio assicurati che:
- non contenga link (verranno automaticamente cancellati)
- sia in tema e contribuisca alla discussione in corso
- non abbia contenuto razzista o sessista
- non sia offensivo, calunnioso o diffamante
La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o comunque contrario al buon senso. La redazione non è responsabile dei contenuti dei commenti, che verranno controllati a campione e/o su segnalazione esterna. Il sistema di commenti, per come strutturato, non può garantire l'autenticità dei messaggi lasciati, per non violare la privacy degli utenti stessi.

Cerca:



Seguici anche su:






Area riservata

eXTReMe Tracker
Ideato da: Associazione 4Tunnel - info@4tunnel.it - Cod.fisc. 97672420151
Info e iscrizioni: portineria di Via Cavalcanti 8 (MI)
Gestione tecnica: webmaster@4tunnel.it
Tutela della privacy