Torna alla home
Click to ZOOM
Assemblea urgente!

Assemblea urgente!

Click to ZOOM
Il volantino dell'assemblea

Il volantino dell'assemblea
mar 19/03/13
NO PARK! Assemblea cittadina Lunedì 25 Marzo
Ore 21, presso il Cinema parrocchiale S.Maria Beltrade

Assemblea cittadina Lunedì 25 Marzo, ore 21, presso il Cinema parrocchiale S.Maria Beltrade, Via Oxilia.

NO AL PARCHEGGIO INTERRATO APORTI/VARANINI/CAVALCANTI

Per ESSERE INFORMATI  sullo stato dello STRALCIO del parcheggio di cinque piani interrati tra le vie Varanini, Aporti, Cavalcanti.

Per dire ancora NO ad un cantiere che, per gli esigui spazi ed i lunghi tempi previsti, comporta RISCHI e GRAVI DISAGI PER I RESIDENTI E LE ATTIVITA’ COMMERCIALI.

Per dire no al degrado e chiedere la RIQUALIFICAZIONE DEL NOSTRO QUARTIERE, come già promesso dal Sindaco di Milano in campagna elettorale.

Per dire SI’ a un Piano Parcheggi integrato in un PROGETTO DI RISANAMENTO DEL RILEVATO FERROVIARIO lasciato in stato di abbandono da Grandi Stazioni.

E’ NECESSARIA LA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI CHE VOGLIONO FAR SENTIRE LA PROPRIA VOCE.

PARTECIPIAMO NUMEROSI!!!





COMMENTI DEI LETTORI

rispondo velocemente a massimo: il progetto del park non prevede un vincolo di pertinenzialità dei box, per cui verrebbero venduti anche a non residenti del quartiere. inoltre, già l'attuale variante del progetto prevede un paio di anni di cantiere (salvo imprevisto) ed un costo medi a box di circa 35.000 euro (non so quanti residenti siano disposti a sborsare tanto per aqcuistare il loro diritto al parcheggio). il progetto prevede anche la cancellazione di molti posti auto liberi su strada... e ultimo: nella zona esiste una ROGGIA D'ACQUA SOTTERRANEA.... mi dica se secondo lei costruire 5 piani di parcheggio adiacente ad una roggia può essere strutturalmente stabile????
da cricca78 (IP 171.18.2.130), lun 01/07/13

Caro Massimo, anch'io non mi soffermo sui tanti motivi del NO ai box interrati.
Ci tengo però a citare un solo punto.
Per dare impulso alla riqualificazione del rilevato ferroviario (a cui urliamo un fortissimo SIIII!) occorre certamente prevedere dei posti auto ma, per la maggior parte, PUBBLICI.
Questo per garantire un accesso alle persone che verranno a frequentare il quartiere e le sue future attività commerciali.
Lo spazio ci sarebbe già, è lì, sotto il rilevato, e proprio lì è possibile creare anche dei posti auto privati senza dover scavare per 25 metri.
Un saluto
da Ricky73 (IP 141.189.205.1), lun 17/06/13

ciao massimo, i motivi del NO ai box interrati sono ampi e ben documentati dal comitato no-park
la società che avrebbe dovuto realizzarli era una scatola vuota di cartone, pronta a fallire dopo poco, sprovvista delle certificazioni necessarie per un'opera del genere. inoltre non aveva l'ok dei residenti e del consiglio di zona, oltre ad un sacco di altre cose che non è il caso di evidenziare in un commento sul sito. noi del comitato nopark ci siamo riuniti per mesi più volte alla settimana per occuparci di tutti gli aspetti positivi/negativi. nello staff annoveriamo architetti, geometri, notai ed avvocati, tralasciando altre competenze comunque utili. ti assicuro che la nostra protesta, ben evidenziata e spiegata dai numerosi articoli sul corriere della sera (che trovi nella sezione rassegna stampa) è più che condivisibile. basta informarsi a fondo per capire la nostra protesta in merito. saluti
da Webmaster (IP 2.233.197.42), mer 12/06/13

Essere contrari alla realizzazione di un parcheggio interrato non è lungimirante: si eviterebbero le auto in strada, in una zona dove il parcheggio è impossibile, si creerebbe un presupposto infrastrutturale per lo sviluppo commerciale dei tunnel (come inevitabilmente avverrà) togliendoli dal degrado attuale.
E' chiaro che per realizzare i parcheggi occorre scavare e che il cantiere durerebbe 2/3 anni. I pericoli di stabilità strutturale delle costruzioni adiacenti è infinitesimale, esistono tecnologie costruttive assolutamente in grado di garantire la sicurezza( andate a visitare il cantiere in corso in Via Gabba). Occorre considerare l'aspetto positivo. Purtroppo tutti hanno una o due auto, anche ora che siamo poveri ed in crisi. Dove le mettiamo queste scatolette? una sopra l'altra? lo spazio è quello che è. Un box sotterraneo risolverebbe molto ( anche le unità immobiliari avrebbero un vantaggio venale con una pertinenza che oggi non hanno): l'aspetto importante, eventualmente, è quello di controllare che il prezzo sia contenuto e che non lieviti per le solite questioni burocratiche e di ruberie a cascata.
Considerate questi aspetti con vista ampia e non ottusa.
Per ultimo si tenga presente che l'abbandono attuale, aseguito di sfratti da parte delle ferrovie, è il risultato di un lontano disegno che prevedeva la creazione di un polo commerciale enorme, disegno naufragato, per il momento, a causa della congiuntura negativa economica attuale.
saluti. massimo frabasile
da massimo frabasile (IP 82.106.48.33), mer 12/06/13

Gent.ma Irma,
Sono un residente di Via Cavalcanti che ha partecipato all' Assemblea del 25/03.
Volevo segnalarvi che Striscia la Notizia è stata informata mediante mail di quanto potrebbe accadere nella speranza che intervenga come ha fatto in precedenza con casi simili di parcheggi interrati . Se altri residenti volessero scrivere, credo che sicuramente ci sarebbero maggiori probabilità che il Gabibbo intervenga.
Buona giornata
SaraM.
da Sara M. (IP 193.227.215.155), mer 27/03/13

Gent.ma Irma,
Sono un residente e membro del comitato che ha partecipato con attenzione all’assemblea organizzata c/o il Cinema della Parrocchia di S.M.Beltrade il giorno 25 c.m..
Dopo aver ascoltato con interesse a tutti gli interventi sia dei tecnici e di alcuni residenti e soprattutto dei commercianti, credo che siamo arrivati a un punto di forte condivisione per tutti a dissentire fortemente sull’ipotetica e sconsiderata opera di un parcheggio interrato nella nostra zona, compromettendo la vita e i beni immobili dei nostri cittadini e modificandone la vivibilità e la sicurezza per un periodo di vita molto lungo quindi, possiamo riproporre con fermezza, ad un NO!, AL PARCHEGGIO INTERRATO MA UN SI!, AD UNA RIQUALIFICAZIONE DEL RILEVANTE FERROVIARIO, poiché è possibile realizzare parcheggi all’interno del rilevante ferroviario, basterebbe trovare il giusto compromesso e volontà da parte di “Grandi Stazioni” in collaborazione con il Comune di Milano, perché gli esempi dei rilevanti ferroviari di Parigi e Berlino, sono la testimonianza evidente di collaborazione tra le Istituzioni e i cittadini nel rispetto dell’ambiente e delle persone quindi, se si vuole, tutto è possibile realizzare rinunciando a qualcosa per il bene di tutti ma credo che ci sia un’enorme differenza culturale e di civiltà tra noi e questi paesi dove da loro rispetto a noi, sanno sfruttare intelligentemente le risorse senza deturpare l’ambiente dove vivono i cittadini.
Detto questo, vorrei fare una breve considerazione sugli eventuali sviluppi di questa problematica situazione e credo, sia arrivato il momento di prendere in considerazione nel prossimo futuro, che questa protesta non rimanga solo nei documenti inviati ai consigli di zona e ai vari assessorati, ma fare sentire la protesta anche all’opinione pubblica e al sindaco pensando magari, di organizzare una manifestazione pacifica e organizzata democraticamente coinvolgendo più cittadini possibili aderenti al comitato e le istituzioni di zona (giacché sono tutti solidali, vediamo quanto c’è di vero nei loro propositi), corredati di striscioni e megafoni che ci possa permettere di far conoscere a viva voce, tutto il nostro dissenso ma il più vicino possibile al sentire dei nostri amministratori comunali.

Grazie per l’attenzione
.
da maurizio p. (IP 217.202.99.53), mar 26/03/13


LASCIA UN TUO COMMENTO
Tuo nome e cognome (o nickname):
Controllo Anti-Spam
per confermare il tuo commento, scrivi in lettere minuscole
il numero che compare qui di seguito :
ATTENZIONE: OGNI MESSAGGIO LASCIATO SUL SITO VERRA' CONTROLLATO DALLA REDAZIONE PRIMA DELLA PUBBLICAZIONE
Prima di pubblicare il tuo messaggio assicurati che:
- non contenga link (verranno automaticamente cancellati)
- sia in tema e contribuisca alla discussione in corso
- non abbia contenuto razzista o sessista
- non sia offensivo, calunnioso o diffamante
La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o comunque contrario al buon senso. La redazione non è responsabile dei contenuti dei commenti, che verranno controllati a campione e/o su segnalazione esterna. Il sistema di commenti, per come strutturato, non può garantire l'autenticità dei messaggi lasciati, per non violare la privacy degli utenti stessi.

Cerca:



Seguici anche su:






Area riservata

eXTReMe Tracker
Ideato da: Associazione 4Tunnel - info@4tunnel.it - Cod.fisc. 97672420151
Info e iscrizioni: portineria di Via Cavalcanti 8 (MI)
Gestione tecnica: webmaster@4tunnel.it
Tutela della privacy